Giugno 27, 2022

UZI 90: un’esca polivalente, dalla spigola al serra… e non solo

UZI 90 questo piccolo artificiale artigianale e orgogliosamente Made in Italy, è un esca polivalente, che garantisce allo spinner moderno una vasta gamma di applicazioni

per predatori marini e non solo.

Il predatore che sicuramente spicca su tutti è il pesce serra!

Questo magnifico predatore, conosciuto per i suoi attacchi a top water, per i suoi salti da funambolo una volta allamato e per la sua tenacia nel combattimento, è sicuramente una delle prede SW più ambite dagli Spinner.

In molte situazioni l’UZI 90 può risolverci la giornata anche quando questi pesci si dimostrano apatici e disinteressati.

Caratteristica che rende unico questo WTD è l’ottimo rapporto peso-lunghezza, infatti con i suoi 18 grammi ci permette di effettuare lanci lunghi e precisi anche controvento per arrivare anche sulle mangianze piu distanti, usando pur sempre un esca di piccole dimensioni; studiato e realizzato per presentare al predatore un’esca della stessa grandezza del pesce foraggio di cui si sta cibando.

Il pesce per eccellenza di cui il serra è sicuramente ghiotto è il cefalo, ancora di più se di piccole dimensioni, che può essere predato sia da piccoli serra, ma anche da serra di media e grossa mole.
E qui arriviamo a un altra caratteristica a favore dell’ UZI 90, la somiglianza con un piccolo cefalo, sia a livello di forma sia a livello di movimento quando questi sono a pelo d’acqua.

Questo WTD si presta a diversi tipi di recupero, a seconda di come il predatore caccia la sua preda

e quindi offre all’angler molto sulla personalizzazione dei suoi movimenti in acqua infatti:
può essere recuperato lentamente con movimenti a zig zag ampi tipici del wtd, imitando un piccolo cefalo che nuota tranquillo, oppure può essere recuperato in maniera molto veloce e frenetica sbacchettando la punta della nostra canna a 45^, e in questo modo imprimeremo all’UZI 90 dei movimenti a zig zag molto stretti imitando così un cefalo in fuga da un predatore, una situazione che spesso fa impazzire molti predatori tra cui il serra invitandoli in questo modo all’attacco!

Passiamo adesso a un altro punto molto interessante che a volte può cambiare la giornata, trasformando la nostra uscita da un cappotto, a una, o più catture: il colore!

Una piccola premessa, il discorso del colore non è una regola fissa, ma cercheremo di dare delle linee guida.

Con cielo velato, di notte o in caso di mangianza la scelta più opportuna è sicuramente un artificiale con colori naturali.
Mentre, con situazioni di sole alto, alba e tramonto, ma anche in presenza di pesci che non sono in mangianza, la scelta più adatta è su un colore fluo come il giallo o il rosa per stimolare l’attacco per fastidio, curiosità o territorialità del predatore.

Insomma L’UZI 90 è un piccolo ma micidiale WTD da non lasciare mai a casa.

Per altre info, visitate il sito https://www.dangerouslures.it/

Recensione a cura di Marco Menichini, Pro-staff di Dangerous Lures. Un saluto a tutti gli amici di PLANETSPIN