Maggio 26, 2022

Seaspin Pro Q, un wtd indispensabile?

Si tratta di un wtd molto semplice da usare, grazie anche alla forma studiata per agevolare i pescatori meno tecnici e esperti.

Il nome Pro-Q. deriva dalla contrazione di una parola sarda che descrive il movimento che fa il cinghiale (sardo) muovendo la testa a destra a sinistra, mentre cerca cibo: il prokku. Allo stesso modo descrive una persona poco lineare nei comportamenti, acida e instabile.

Molto importante è quel punto in fondo al nome, prokku punto, identifica anche un andamento erratico del cinghiale sardo che è stato punto, o colpito.

 

Molto performante nel lancio, il Pro Q. è un campione per distanza e precisione anche in condizione di vento contrario, si fa apprezzare anche per il suo movimento in fase di recupero. Questa caratteristica importante, farà di questo artificiale, il wtd di riferimento per parecchi anni, per diversi ambienti di pesca e predatori.


La forma è affusolata verso la coda, mentre la parte anteriore ha un curvatura caratteristica come un naso all’in su, nei cui paraggi è presente l’occhio 3D, all’interno del quale notiamo il disegno del jeko, simbolo della casa Seaspin.

La sua azione di nuoto si svolge sulla superficie dell’acqua e a seconda della velocità di recupero e delle twitchate (o jerkatine) del pescatore, ha un nuoto a zig zag, con curvature più o meno ampie.

Oltre al movimento laterale “side to siede” (da lato a lato), si distingue anche per un particolare movimento alto-basso espresso dalla testa dell’esca, che si ripercuote su tutto il corpo, molto stimolante nei confronti dei predatori. All’occorrenza, questo può essere accentuato o annullato dall’azione del pescatore ed è comunque un’arma in più che distingue il Pro-Q. dagli altri modelli di wtd in commercio.

Oltre al classico recupero wtd, niente ci vieta di realizzare varianti, magari un nuoto veloce lineare (tipo skipping) o molto lento, pieno di stop e ripartenze.

E’ disponibile in tre versioni: 90, 120 e 145 mm, per coprire tutte le esigenze verso la taglia del pesce da insidiare e le varie situazioni di pesca.

Le colorazioni sono davvero accattivanti, si passa dai trasparenti alle livree naturali con una perfetta somiglianza realistica, purtroppo la tenuta della verniciatura è leggermente sotto la linea con simili concorrenti sul mercato in questa fascia di prezzo.
Può essere usato in qualunque situazione di pesca, dal porto alla scogliera, ma anche in specchi d’acqua lacustre, dalla spiaggia o in interno fiume, praticamente non ci sono limiti di utilizzo.
A suo favore c’è l’armatura interna passante e le ancorette rinforzate, che lo rendono indicato per tutti i predatori che attaccano in superficie come spigole, serra, barracuda, leccie amia e lampughe, ma anche in acqua dolce verso black bass, lucci ecc..

Grazie a tutti per la lettura, se volete segnalarci nuove introduzioni o collaborare con noi, utilizzate il modulo CONTATTI presente nella pagina, come sempre un saluto a tutti gli amici di PLANETSPIN!