Maggio 22, 2024

Planetspin

Pesca in mare e acqua dolce

TROUT AREA: la solita sorpresa “Pasquale” all’OVETT CUP di PROSPIN – le pagelle

TROUT AREA: Ovett CUP 2023 di PROSPIN, 26/03/2023 LAGO SAMPEI (AV), ecco il report e le pagelle a cura di Luigi D.P. Nella parte finale, VIDEO di presentazione degli angler.

Piccolo rimescolo ai vertici della classifica (dal terzo posto) per una leggerezza nel conteggio punti, ma il risultato comunque non sarebbe cambiato… ha vinto l’amicizia, la voglia di stare insieme e la passione per questo sport, ma…

l’egemonia della coppia Iscaro – Valente si colloca sempre un passo avanti ad un gruppo inseguitore

che pian, piano, gara dopo gara, alza sempre di più l’asticella in bravura e competenza.

In questa domenica di fine Marzo, contornata da condizioni meteo primaverili, ben 24 partecipanti si sono dati filo da torcere nella competizione chiamata per l’occasione OVETT CUP 2023. Si sono contate provenienze di fuori regione, con angler molisani e dalla basilicata, che hanno accettato l’invito della società organizzatrice PROSPIN, nella splendida cornice del lago SAMPEI di Castello del Lago (AV).

Una domenica dove l’amicizia, la goliardia e la voglia di stare insieme, hanno fatto da collante per portare avanti il progetto TROUT AREA in Campania, che vede asd PROSPIN di BENEVENTO nel contesto delle associazioni italiane FIPSAS, l’ultimo baluardo di questa tecnica nella discesa verso SUD, per territorio ma non per qualità. Nonostante tutto, in questo anno piscatorio si sono fatti passi in avanti notevoli, come numero di adepti e soprattutto competenza dei praticanti.

Una domenica ricca di colori, nell’ultima parte si è colorata di rosa, grazie a due future pescatrici che non hanno niente da invidiare a nessuno per bravura e impegno

e chissà mai che non possano anche iscriversi alle prossime competizioni… vedremo.

Ma veniamo a noi, in conclusione di questa giornata, mi è sembrato più volte di stare accordando le corde di un violino.

Tesare sempre di più un filo al limite della rottura, come un pareggio che può avere un doppio valore in qualsiasi momento.

– Un pareggio può significare punti persi, quando sai di stare facendo le cose per bene, stai avanti… e il tuo avversario di turno, per una serie di circostanze, diciamo anche fortunose, ti rimonta quelle due tre trote e bòn.
– Un pareggio che può significare punti guadagnati quando riesci a capire la pescata allo scadere, e proprio negli ultimi 10 secondi (ma anche 2), quando il tuo avversario già si gode la vittoria, arriva lei. La trota del pareggio.

E allora il pareggio può fare poco ai termini della classifica, ma può fare soprattutto, comunque, morale e tanto.

Ma veniamo alle pagelle, partiamo come sempre dal basso.

Un ultimo piazzamento bugiardo per Pasquale, vittima sacrificale di alcuni BIG, soprattutto nelle prime sfide.  Paga dazio per questo ultimo anno di distacco dalla tecnica, ma se deciderà di re-imbracciare il suo fioretto, sicuramente tornerà agli splendori di un tempo, e che merita.
PASQUALE L.P. voto N.C.

Passione allo stato puro per il nostro Mimmo che nonostante le poche chance di cambio nelle attrezzature, riesce a fare trote quando meno te le aspetti, forse grazie al richiamo rumoroso del suo mulinello provvisto di rattle… E sono anche trote di un certo livello, che destreggia con disinvoltura e savoir fare da vero PRO del settore.
DOMENICO M. voto 6+

Carmine si fa rispettare anche se questa non è la sua tecnica principale. Ma alle sue prime esperienze in una competizione da trout area, ha capito da subito la sua strada e sicuramente le prossime sfide, darà filo da torcere a tutti.
E’ stato un grande piacere rivederti e salutarti dopo tanto tempo. Like.
CARMINE C. voto 5+

La totale concentrazione di Emanuel durante la gara è una cosa invidiabile. Impegno al 100% e la sua poker face, non fanno trasparire nessuna emozione. Meglio però non averlo contro, perchè al momento meno atteso, tira fuori il suo asso di cuori… ma purtroppo non in questa occasione.
EMANUEL S. voto 5

Giovanni non ha mezze misure, o entra perfettamente nel mood dello sfidino o non riesce proprio a trovare la quadra. Tuttavia il suo impegno e la sua dedizione per la tecnica lo porterà sicuramente ad avere soddisfazioni quanto prima, ma in questa occasione poteva e doveva fare di più…
GIOVANNI D.B. voto 5

Sono sempre convinto che Pasquale ha ben capito come destreggiarsi nella competizioni, ma gli manca quel pizzico di cattiveria agonistica che sono sicuro arriverà con il tempo e l’esperienza. Un piccolo passo in avanti, rispetto alla scorsa competizione c’è. Ora deve allungarsi per portarsi nel gruppone centrale.
PASQUALE S. voto 5 + di incoraggiamento

Francesco è alle sue prime competizioni, ma è un pescatore che sa il fatto suo. E’ simpatico e con il tempo saprà ricavarsi, volendo, il suo ruolo all’interno del gruppo che non aspetta altro di accoglierlo. Con un pò di pratica arriverà a farsi valere anche nel trout area.
FRANCESCO A. voto 5+++ per la simpatia

I fratelli T. si compensano a vicenda e si completano, ma oggi erano un pò distratti, rispetto alle passate edizioni dove si facevano vedere e soprattutto sentire. Forse con il clima pasquale staranno pensando già alla pasquetta? Dove andranno? A pesca… ovviamente!!! Potete e dovete fare di più.
FRANCESCO T. voto 5-
ANTONELLO T. voto 5-

Non ho avuto modo di confrontarmi direttamente con Gianfranco, ma dalle retrovie ho assistito alle sue sfide e secondo me pesca davvero bene. Ha avuto un’ottima partenza, ma poi come una parabola discendente ha subito uno stop anche per essersi scontrato con alcuni mostri sacri che non gli hanno dato tante opportunità, ma alle prossime sicuramente verrà fuori la sua bravura. Avanti così!
GIANFRANCO C. voto 6-

Gaetano è agli inizi nel trout area come tanti in questa giornata, ma ha pagato lo scotto di una preparazione sotto tono. Forse perchè non ha creduto in quello che faceva e forse per mancanza di allenamento, ma ha tutte le carte in regola per risalire posti in classifica. Ha centrato un paio di sfide dove per una trota porta a casa tanti tanti punti. Un solo rammarico per averci creduto fin da subito, ma la prossima saprà sicuramente farsi rispettare. 😉
GAETANO S. voto 6-

Simone ha tecnica, pesca con cognizione di causa e mai a caso. Non si fa influenzare dalle circostanze e ha grande spirito di osservazione. In alcune occasioni lascia terreno per errori dovuti a quel pizzico di sfortuna che sono elementi  da considerare sempre, soprattutto per il morale. E’ uno sfidante da temere sempre, perchè dall’inizio alla fine, non lascia mai la presa e non molla. Mai. Sufficienza piena.
SIMONE V. voto 6

Non ho seguito la competizione di Nicola, ma vedendo i risultati degli sfidini, qualcosa non mi quadra. Una fase di partenza da dimenticare, contro angler alla sua portata, lascia punti, tanti punti per strada. Poi nella parte finale tenta di superarsi e in parte ci riesce, ma ormai la frittata è fatta… sarà per la prossima, ti meriti tanto di più in classifica. Peccato.
NICOLA C. voto 5

Una competizione partita in affanno per una sveglia non suonata… una gara ricca di alti e bassi, dove si sono alternate vittorie e sconfitte. Carmine si impegna sempre ed è concentrato in quello che fa. Esprime le sue potenzialità e con un pizzico di cazzimma in più, potrebbe aspirare a posizioni migliori in classifica. Ma il cappello piumato dove lo hai dimenticato, sempre colpa della sveglia??? Unico.
CARMINE I. voto 6

Nicola è pronto per ampi palcoscenici. E’ un pescatore che sa il fatto suo e pesca con convinzione e concentrazione. Riesce anche a strappare un pareggio ad un BIG, rosicando punti ai termini della classifica finale. Sufficienza piena.
NICOLA M. voto 6

Antonio è alle sue prime competizioni di trout area, ma  non è affatto un pescatore occasionale per il light spinning in acqua dolce, sia alle trote che al cugino black bass. Non ho avuto scontri diretti, ma ha raggiunto un risultato eccezionale. Ottima partenza, ma poi man mano ha lasciato un pò la presa, difendendosi con qualche pareggio, ma c’è. Bravo.
MASINO A. voto 6+

Vincenzo si sta guadagnando terreno grazie alla sua costanza in pesca e facendo un passo indietro, possiamo ora confermare che si tratta di una maturazione e non di un evento occasionale. Continua così sei sulla strada giusta e sei un membro importante per il gruppo. Tooooooop!
VINCENZO R. voto 6+++

Pareggio day. Ma pareggi importanti, che danno morale. Altri invece sono punti persi. Una giornata strana, dove una vittoria avrebbe dato uno slancio finale per ambire a salire qualche gradino in più.
LUIGI D.P. voto ? pareggio

Sempre concentrato e preciso. Lo si vede nel lancio, nel recupero e… nella cassettina super ordinata e completa. A questi livelli sono i dettagli e… quel pizzico di fortuna a fare la differenza. Ad majora.
PIERFRANCESCO I.  voto 7

Una sfida che si prospettava ricca di insidie già dal preludio nei giorni scorsi. Ma Michele è amante delle sfide e con un pizzico di goliardia ti lascia pensare che sia un bersaglio facile per poi presentarti un conto salatissimo. Il suo cognome risuona perenne nei sogni di tanti sfidanti che hanno dovuto soccombere a suon di catture. E l’eco del suo cognome risuona… risuona… risuona.. CERI’COLA! CERI’COLA! …. CERI’COLA……..
p.s. oggi la sfida più bella di questa annata. Contro di te, amico mio, un pareggio che vale più di tante vittoria insipide. Grazie 🙂
MICHELE C. voto 7 +

Nonostante sia alle sue prime competizioni, si è fatto da subito rispettare. Io non credo si tratta di un evento casuale perchè già nelle passate competizioni ha dimostrato una costanza nei risultati, ma soprattutto nell’approccio alla gara. Anche senza tante scelte a livello di attrezzatura ed esche, riesce ad ingranare e macinare l’avversario come un rullo compressore. Stima e rispetto per questo angler d’eccezione, anche lui fondamentale per il gruppo.
SANTE F. voto 7 +++

Ancora una volta ai vertici della classifica. Giorno dopo giorno, competizione dopo competizione, Carmine è un trout area angler maturo, sia tecnicamente nell’approccio alla sfida, sia come mentalità. Vincente.
CARMINE N. voto 8

Poco da dire. Nel parcheggio della trout area, lasciano poco spazio di manovra a tutti gli altri pescatori che cercano di trovare posto, perchè il loro bagaglio tecnico/pratico è immenso.
Si ripete la mia impressione che, se solo avessero voluto, soprattutto Pasquale, avrebbe potuto affondare il coltello moooooolto più a fondo. Una gara a filo di gas, ma comunque oltre la media.
A questo punto ci sono due scelte, o esilio verso le sponde del cipango… o classifica a parte.
ALBERICO V. ****
PASQUALE I. *****

Ecco il VIDEO ricordo dell’evento

https://www.youtube.com/watch?v=cxBSSXZToW0

Grazie a tutti per la lettura e come sempre lascio un caro saluto a tutti gli amici di PLANESTPIN, PROSPIN, RIPALMOLISANI, IDRA MOLISE e BASS FISHING CLUB POTENZA