Settembre 25, 2022

ITINERARIO PESCA LIGURIA – I bozi di Saudino Sarzana (SP)

I Bozi di Saudino sono un area naturalistica dove si può pescare, fare escursioni a piedi, a cavallo e bird-watching.

Come arrivarci: uscite dall’autostrada al casello di Sarzana, alla prima rotatoria prendete a destra, poi proseguite direzione Carrara, lungo la via Aurelia, alla grande rotatoria che trovate tenete la destra, arrivate ad un semaforo, lo passate, all’altezza di Gerardo mobili girate nel piazzale e arrivate alla sua estremità, troverete il primo dei laghi oppure stessa strada ma non fermatevi dopo il semaforo.

proseguite fino alla seguente rotatoria, prendete ancora a destra e immettetevi nel vialone, dopo 200 metri troverete un distributore, potete parcheggiare lì la macchina e avrete di fronte a voi un altro grande lago (il più pescoso forse) oppure senza fermarsi al distributore proseguite ancora un centinaio di metri e sulla destra trovate le indicazioni per il club due laghi, prendete questa stradina e sarete ad un altro lago

Descrizione del luogo: trattasi di ex cave di ghiaia ormai in disuso, quindi laghi profondi anche 12/15 metri alcuni forse qualcosa di più, con vegetazione fitta su tutte le sponde e ricchissimi di alghe in estate e tronchi di alberi sommersi, però qua e la si trovano degli spazi per lanciare ormai spianati dai tanti pescatori locali.
In totale sono 11 i bozzi, solo che due sono decentrati verso Santo Stefano, però 9 sono facilmente raggiungibili a piedi tra di loro.

ideale sarebbe l’uso di un belly boat o di una canoa/barchetta per poter battere tutte le sponde, anche quelle non accessibili. A girarli tutti in una mezza giornata è un po’ dura a meno che non si faccia “una toccata e via” per ogni posto buono per lanciare. si perchè una delle tecniche più redditizie è lo spinning praticato in estate con una gran resa per quanto riguarda i black bass e in inverno inizi primavera per quanto riguarda i lucci, che ormai sono diventati pochi visto che troppa gente si ostina a pescare con pesce vivo e soprattutto continua a portarsi a casa questo predatore invece di riliberarlo, altra tecnica è il carp fishing, si sono registrate catture di carpe notevoli, quasi 20 kg di peso, ma anche questa tecnica è un po’ vincolata dal fatto che i posti in cui si riesce a lanciare senza incagliarsi sono davvero pochi. comunque anche le classiche tecniche a bolognese spesso portano dei buoni risultati.

Pesci presenti: massiccia presenza di black bass nel periodo estivo, lucci, carpe, tinche, cavedani, cefali buttati dal vicino fiume magra, persici sole, pesci gatto, anguille… onestamente non ne ho visti altri, questi li ho citati perchè li ho visti di persona

Permessi necessari:  licenza di tipo B

CREDIT SPINNING ON LINE