Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Manolo Angler, la marmorata post lock down

In questo articoletto, oltre a conoscere un nuovo amico, Manuele Poletto (aka Manolo Angler), andiamo a dettagliare un report di pesca alla trota marmorata.

Sappiamo bene essere un pesce molto ambito dai pescatori di trote ed essere una cattura, in alcuni posti e in alcuni periodi dell'anno, davvero eccezionale.
Nella prima parte dell'articolo conosciamo Manolo, facendoci raccontare la sua "storia di pescatore", in quella centrale troviamo il REPORT (con i dettagli su attrezzature ecc...) mentre nella parte finale, ci gustiamo il suo video, proponendovi di restare aggiornato con il suo canale youtube, iscrivendovi se vi fa piacere...

Leggiamo cosa ci scrive...
Ciao ragazzi, io sono Manolo Angler, un pescatore della provincia di Monza Brianza. Pesco dall'età di 4 anni, sempre accompagnato da mio papà e mio nonno: persone che non smetterò mai di ringraziare per avermi trasmesso questa passione. Pesco principalmente a spinning, ma nella mia "carriera" da pescatore ho toccato un pochino tutte le tecniche possibili in freshwater.

In questo video racconto la mia prima pescata dopo la surreale situazione creata dal virus del 2020.

Finalmente il momento tanto atteso dopo due mesi di lockdown. Il 4 maggio per me è stato come il giorno di Natale per un bambino. Come al solito, ero già sveglio molto prima della sveglia. Erano circa le 3 di notte quando ho deciso di preparare la colazione, con pochissime ore di sonno alle spalle. Dopo il caffè più buono degli ultimi due mesi, mi sono preparato l'attrezzatura: ho scelto con attenzione gli artificiali per la pescata, sapendo che il target sarebbe stato la BIG MARMORATA.

Le esche utilizzate sono principalmente jerk e minnow dai 12 ai 15 centimetri: se le marmorate non sono affamate, provo a farle cacciare per territorialità.
In questo periodo uso molto anche la gomma, per cercare di sondare bene il fondo nelle buche più profonde: gomme sui 10/12 grammi per 9 centimetri sono fondamentali per entrare in casa alle nostre amiche trote.

La canna è una Daiwa Freams, lunga 2.10 metri e lancia esche da 7 a 21 grammi. Il mulinello è sempre di casa Daiwa, il Fuego 3000 LT. Come trecciato uso il Daiwa J-braid dello 0.13.

La grammatura della canna la scelgo in base al peso delle esche che utilizzerò, ma anche alla portata d'acqua del fiume in cui andrò a pescare. Se il fiume è grande, avrò bisogno di più potenza.

Sono sul fiume all'alba, e riassaporare quelle emozioni, quei profumi e quei suoni, mi aiuta a dimenticare i due mesi di arresti domiciliari a causa del covid-19.

È stato un bel ritorno alla spensieratezza pre lockdown, con tanto di nuovo record personale di trota marmorata. Alle 7 di mattina potevo già tornare a casa: la regina dei fiumi è tornata in tana dopo essersi palesata, e con lei una sensazione di benessere ormai dimenticata.

Ecco il VIDEO della pescata

Ecco il link al suo canale per potervi iscrivere LINK (clicca qui)

Un saluto a tutti gli amici di PLANETSPIN!

Rate this item
(0 votes)
Last modified on Mercoledì, 20 Maggio 2020 13:50

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Latest Tweets

From Google
Come riconoscere una buona esca artificiale rigida, hardbait?: https://t.co/iZSRuIDlx7 tramite @YouTube
From Google
La pesca con le esche siliconiche: https://t.co/BOc9EXDojs tramite @YouTube
From Google
Re: ciao tutti https://t.co/UGP19K41qO
Follow Planetspin.it on Twitter