Luglio 13, 2024

Planetspin

Pesca in mare e acqua dolce

Padre e figlio campioni mondiali di surfcasting

padre e figlio

padre e figlio

Massimiliano e Simone Del Corso, insieme al Casting Club Blue Marlyn Pisa Colmic, hanno ottenuto la medaglia d'oro ai Campionati Mondiali di surfcasting in Spagna.

Massimiliano e Simone Del Corso, insieme al Casting Club Blue Marlyn Pisa Colmic, hanno ottenuto la medaglia d’oro ai Campionati Mondiali di surfcasting in Spagna.

padre e figlio
padre e figlio

Questo padre e figlio appassionati di pesca sportiva hanno dimostrato la loro maestria nella disciplina e hanno portato a casa il titolo mondiale dopo una lunga e impegnativa competizione.

Massimiliano, di 53 anni, e Simone, di 24, vivono a Devia Marina, sulla Riviera di Levante della costa ligure, a soli 100 metri dal mare.

Simone racconta di non ricordare la prima volta in cui ha pescato un pesce, poiché era troppo giovane. Fin dall’età di sei anni, padre e figlio hanno iniziato a pescare insieme lungo la frastagliata costa, caratterizzata da fondali profondi.

La loro passione per la pesca si è presto trasformata in uno sport. Massimiliano portava Simone alle gare di pesca sportiva e, nel 2013, Simone è entrato a far parte della Nazionale italiana under 16, diventando presto campione del mondo a squadre. La famiglia Del Corso ha continuato a seguire Simone durante le sue competizioni, trasformando le sue gare in vere e proprie vacanze per loro.

Massimiliano, nel frattempo, ha sempre custodito un sogno nel profondo di sé: quello di fare qualcosa di importante insieme a suo figlio. Il giorno tanto atteso è arrivato il 12 maggio sulle spiagge di Peñíscola, in Spagna, dove i Del Corso hanno gareggiato e vinto i Campionati Mondiali di surfcasting con il team del Casting Club Blue Marlyn Pisa Colmic, guidato da Gabriele Facenza.

La loro vittoria è singolare non solo perché padre e figlio hanno gareggiato insieme, un evento insolito in una competizione mondiale, ma anche perché la squadra italiana ha conquistato la medaglia d’oro dopo 20 anni, sottraendo il titolo agli spagnoli, che tradizionalmente dominavano la disciplina.

La Spagna, anche in trasferta, è sempre stata considerata la nazione da battere in questa competizione.

Tuttavia, i Del Corso sono riusciti a vincere il mondiale sul terreno degli avversari grazie alla loro calma, costanza e abilità nel comprendere il mare. Prima della competizione, si sono recati in Spagna cinque giorni prima per studiare la morfologia della spiaggia e comprendere le condizioni di pesca.

Nello sport del surfcasting, la pesca viene effettuata dalla spiaggia utilizzando canne pesanti e molto resistenti, che consentono di lanciare il piombo a lunghe distanze, fino a 100 metri. Il peso del pescato determina la vittoria, quindi la classifica viene rivelata solo alla fine. Durante i quattro giorni di competizione, il team italiano ha affrontato quattro prove. La squadra era composta da cinque pescatori, una riserva, un capitano, un osservatore e un atleta accompagnatore.

Simone racconta che ha sempre creduto nella vittoria fin dall’inizio della competizione.

Nonostante una prima prova non brillante, ha superato le difficoltà e ha trovato la sua determinazione.

Quando è stata annunciata la classifica finale, Massimiliano ammette di non aver avuto il coraggio di guardare, ma poi l’annuncio della vittoria ha scatenato un’emozione incredibile in entrambi i pescatori.

Oltre alla loro passione per la pesca sportiva, Simone ha conseguito una laurea in ingegneria biomedica e si prepara a intraprendere il suo percorso di laurea specialistica. Nel frattempo, Massimiliano è tornato a Devia Marina e dedica il suo tempo libero ad insegnare ai ragazzi del posto le tecniche di questa disciplina. Afferma che si diverte più di loro e confida che il mare rappresenta una fonte continua di ispirazione per lui. Quando si trova sulla riva con la sua canna da pesca, il tempo sembra fermarsi e la stanchezza svanisce.

La vittoria di Massimiliano e Simone Del Corso ai Campionati Mondiali di surfcasting rappresenta un grande traguardo per loro e dimostra l’importanza della passione, dell’impegno e della determinazione nella pratica sportiva. Il legame speciale tra padre e figlio si è rafforzato grazie a questa esperienza condivisa e lascerà un segno indelebile nella loro storia familiare e nel mondo della pesca sportiva.

Grazie a tutti per la lettura e come sempre un saluto a tutti gli amici di PLANETSPIN!

clicca qui per aggiungerti al gruppo whatsApp planetspin (link)