Giugno 13, 2024

Planetspin

Pesca in mare e acqua dolce

Breve storia di PLANETSPIN, quando tutto ebbe inizio…

In questo articolo parliamo della storia di PLANETSPIN.it. Dalla sua nascita alla sua evoluzione e diffusione sul panorama web & social.

Per dare una data alla nascita del “progetto” Planetspin, possiamo parlare della primavera del 2007 da una mia idea a cui hanno partecipato inizialmente anche altri collaboratori.

L’esigenza di avere uno spazio alternativo libero, in cui parlare unicamente delle passione per questa tecnica di pesca, lo spinning,
va molto oltre quelli che possono essere interessi personali ed esigenze amministrative che regolamentavano spazi esistenti all’epoca, alcuni dei quali sono arrivati fino ad oggi, altri, invece sono stati abbandonati (tra cui tanti forum e blog).
Tuttavia la storia, nella sua semplicità, ha molti lati che sono soggetti a commenti ed osservazioni personali da parte di coloro che hanno preso parte agli eventi, in ogni caso, prosegue il suo cammino ed è tutt’ora in evoluzione.
Era il 2006 quando la passione “spinning”, soprattutto spinning in mare, faceva soccombere le altre tecniche di pesca che praticavo (fondo, bolognese, carpfishing ecc…) e grazie alle prime pescate “serie” con l’amico Ciccio A., inziò un percorso fatto di sperimentazione, cappotti, albe, tramonti, artificiali, canne, mulinelli… in cerca della cattura di turno, ma soprattutto della voglia di “parlare di pesca” e condividere le esperienze per crescere e specializzarsi.
Dopo un periodo di frequentazione assidua sulle sponde di laghi, porti, fiumi, scogliere, ma soprattutto foci della Campania, inizia una ricerca di attrezzatura sempre più adatta alle esigenze, per cui iniziano i primi acquisti in internet, dato che i negozi locali ne erano sprovvisti.
Iniziò così anche una partecipazione ad “ambienti di pesca” virtuali come i forum, tra cui Seaspin.com
per cercare informazioni sulla tecnica per insidiare a 360° i predatori. Qui cui feci conoscenza di alcuni pescatori locali che poi sono anche diventati amici nella realtà.
Nacque l’esigenza di interagire con essi, all’inizio erano una decina e ci tenevamo in contatto tramite una mailing-list, pian piano, con l’arrivo di altri  amici, non era più possibile gestire i vari argomenti di cui si trattava e si decise di creare il nostro ambiente “virtuale” in cui raccontare le avventure, parlare di pesca e tenerci in contatto, si chiamò spinnercampani.it .
La pace e la serenità fu sconvolta da alcuni eventi polemici che portarono all’allontanamento da quella sponda e alla creazione di un altro “contenitore”, campaniafishing.it, qui però non si parlava unicamente di pesca a spinning, ma decidemmo di parlare di tutte le tecniche, questo fu uno dei motivi per cui mi allontanai anche da questo progetto, per crearne uno personale, nacque quindi planetspin.it.
Inizialmente era già sufficiente un piccolo forum utilizzato soprattutto per tenerci in contatto per le pescate, poi, vista la possibilità di creare una piccola vetrina dove inserire argomenti che maggiormente erano richiesti dai visitatori, si creò anche la home page. Nel tempo ha subito numerose rivisitazioni ed aggiornamenti, arrivando alle impostazioni attuali che, essendo un sito amatoriale, sta iniziando a rappresentare un piccolo punto di riferimento per gli appassionati di questa tecnica di pesca, grazie soprattutto agli amici del forum planetspin.it/forum che collaborano attivamente inserendo le discussioni, partecipando agli eventi e tenendolo vivo e sempre aggiornato.
Attualmente su PLANETSPIN ci sono visite di utenti provenienti da tutta Italia, ma anche se lo zoccolo duro è radicato in Campania, esiste una collaborazione attiva anche da amici che interagiscono da altre nazioni.
Fanno parte del network PLANETSPIN,
il forum, canale youtube https://www.youtube.com/user/planetspin
il canale twitter e la pagina instagram https://www.instagram.com/planetspin.it/
La voglia di conoscere le persone con cui si dialoga “virtualmente”, ha portato a fare dei piccoli incontri, dei raduni come questi visibili nei video sotto.
Perchè la pesca a spinning non è solo “lo spasso” della domenica, ma per molte persone è una necessita di primaria importanza, una passione estrema, uno stile di vita.
Le nostre idee sono basate soprattutto sulla condivisione di esperienze, sul profondo rispetto per la natura, per il catch & release e per la salvaguardia ambientale.
Un grande ringraziamento a tutte le persone che hanno collaborato, collaborano e collaboreranno con planetspin, la community italiana di pesca a spinning in mare ed acque interne.
Grazie a tutti per la lettura e come sempre un saluto a tutti gli amci di PLANESTPIN!
https://www.planetspin.it/articoli/itinerari/5669-viaggi-di-pesca-i-mostri-dellexotic-fishing-thailand/