Dicembre 8, 2021

Spinning Time! E’ tempo di fare spinning

Quando l’evoluzione del pescatore segue il suo percorso ideale, è tempo di spinning con SPINNING TIME!

Le storie di chi pratica questa affascinante disciplina di pesca si assomigliano un pò tutte, sono percorsi evolutivi che ci portano prima o poi a confrontarci con la pesca con gli artificiali,

scoprendo un variegato mondo fatto di canne, mulinelli, esche, albe tramonti, cappotti… ed emozionanti catture!

In questo articolo andremo a conoscere un nuovo amico di PLANETSPIN, il suo nome è Francesco e ho avuto modo di scoprirlo tramite i social, ma leggiamo cosa ci racconta in merito al suo progetto:

La mia storia di pescatore inizia da bambino, quando in estate si andava in Grecia a trovare i parenti.

Lì, armato di canna e di un immancabile calamaro, donato da qualche proprietario di taverna della zona, trascorrevo intere giornate sotto il sole tra moli e fazzoletti di spiaggia, meravigliandomi ogni volta degli splendidi colori di uno sciarrano o dei riflessi argentei di un sarago, alcune delle tipiche prede che catturavo a fondo con un piombo ed un amo montato alla meno peggio.

Di tanto in tanto si andava in negozio per rifornirsi e fu così che vidi i primi minnow.

Ai tempi non c’era molto: appena qualche Rapala e qualcosa di pesante per la traina, ma il pensiero di poter catturare un pesce riuscendo a fargli credere che quel pezzo di plastica fosse realmente una preda in carne ed ossa mi affascinava moltissimo.

Purtroppo mio padre era un pescatore all’antica e non si convinse mai del fatto che lo spinning potesse funzionare, quindi misi da parte questa tecnica per tanti anni. Questo comunque non ci impedì di divertirci e passare bellissimi momenti insieme seduti su un molo.

Nel 2013 scatta qualcosa. Un giorno mi prendo di coraggio, vado in negozio e anziché comprare la solita scatola di coreano, dico al proprietario che era arrivato il momento di assecondare una passione che era rimasta sopita per troppo tempo:

dovevo uscire da lì con una attrezzatura da spinning base!

Con il senno del poi, forse quel signore non era proprio ferrato in materia: quello che portai a casa era una serie di Minnow improponibili, delle gomme che nemmeno il peggio di Aliexpress, ed una canna che successivamente scoprii non essere nemmeno da spinning, ma in quel momento ero tutto gasato e me ne andai in un molo per cominciare ad armeggiare e intraprendere quest’avventura!

Ma lo sappiamo, lo spinning è tecnica, studio, conoscenza del mare e dei suoi ritmi: insomma, collezionai una serie quasi infinita di cappotti e, a pensarci ora, mi meraviglio della tenacia. Forte era la tentazione di buttare tutto per aria e passare da Totò per una bella scatola di vermi…

Quasi in preda allo sconforto, infine, scoprii uno strumento potentissimo per migliorare la mia tecnica: Youtube!

Con la scoperta dei video di spinning, comincia finalmente ad aprirsi un mondo: scopro le varie tecniche, gli artificiali, i recuperi a seconda del pesce che si vuole insidiare, una vera miniera d’oro di informazioni che mi permette, finalmente, di andare in un negozio specializzato a comprare un’attrezzatura decente, ed ecco che arrivano anche le prime soddisfazioni.

Finalmente ero in grado anche di riconoscere gli spot giusti; inoltre ho anche iniziato a fare amicizia con altri spinners incontrati sul posto, alcuni davvero molto bravi, e da cui ho imparato moltissimo.

Nel 2020 decido di unire la pesca spinning con la mia passione per la fotografia ed il montaggio video, per contribuire anch’io alla creazione di contenuti su Youtube.

Nasce così Spinning time, un canale che racconta le mie battute a spinning,

ma che contemporaneamente vuole lasciare allo spettatore delle informazioni, trucchetti e consigli che potranno essergli utili in una propria battuta di pesca futura.

Inizialmente ero molto timoroso, non sapevo se il pubblico avrebbe apprezzato o meno i miei video, ma dopo circa un anno dall’inizio di questo progetto posso dire che i miei dubbi sono svaniti, ed è sempre un piacere vedere che i video sono seguiti e utili agli altri appassionati: proprio questo piacere della condivisione di esperienze e pareri mi spinge a cercare sempre di migliorarmi e portare avanti questa meravigliosa passione che è lo spinning.

Non ci resta che ringraziare Francesco per la sua disponibilità e per la passione con cui condivide le sue esperienze di pesca.
Vi invito a visitare il suo canale youtube qui (clicca qui), per restare sempre in contatto, iscrivetevi e per non perdervi i nuovi inserimenti, attivate la campanella.

Un saluto a tutti gli amici di PLANETSPIN!