Dicembre 8, 2021

IN THE BOAT! Jacopo Gallelli si racconta

Sulle pagine del nostro blog, continuiamo a parlare di Jacopo Gallelli,

ricordiamo essere il primo italiano a vincere una delle più importanti competizioni di bassfishing in USA.

Per fare un paragone calcistico, possiamo parlare dell’Italia che va a vincere contro l’Inghilterra a Wembley, la patria del calcio… non vorrei aver esagerato, ma se non è così, forse è qualcosa di simile, o forse anche di più?

Se volete leggere l’articolo inerente già realizzato, cliccate qui (link)

Grazie ai social, sono riuscito a contattarlo per congratularmi con lui ma anche per “spillare” qualche consiglio da poter sfruttare nelle nostre battute di pesca.

Il suo motto ormai è chiaro: “IN THE BOAT!!!”

è la sua espressione preferita quando riesce a salpare a bordo un bel pesce.

E questo ormai si sa… ma cosa posso chiedergli senza essere troppo indiscreto, penso?

Ecco la domandona del secolo: quali sono i più comuni errori da evitare durante l’approccio ad una gara?

Mi risponde con un vocale che cerco di riassumere con la scrittura. Per l’accento toscano, dovete immaginare la fonetica 🙂

Te ne dirò uno solo che secondo me è fondamentale, ovvero, non arrendersi alle avversità.

In ogni gara, anche questa che ho appena vinto, c’è sempre qualcosa che non è andato per il verso giusto: un problema alla barca, un pesce che strappi o che slami. E’ molto importante riuscire a reagire alle avversità e per ognuna, devi saper cogliere quel qualcosa di positivo, sfruttarla per farla diventare un’opportunità.

Poi approfitto per fare una seconda domanda: Quanto è distante la scena italiana da quella americana? ci sarà mai la possibilità di poter essere un pescatore professionista anche nel nostro paese?

Più o meno la stessa distanza tra la Luna e la Terra

Perchè in America, la pesca è considerato uno sport a tutti gli effetti. Ci sono 60 milioni di pescatori. Soprattutto il bassfishing è praticato tantissimo, anche dalle donne. E’ un discorso culturale e lo stato americano investe in infrastrutture, scivoli, campeggi sui fiumi e laghi dove puoi calare la barca…

In Italia siamo nel “terzo mondo” della pesca

fino a quando la politica e i privati non capiranno che la pesca è un business e può essere occasione di lavoro ed impresa.

Non credo che il professionismo, così come inteso in USA, possa arrivare a breve in Italia. Nel nostro paese facevo già la guida di pesca e nonostante gli sponsor, facevo una vita di tante rinunce, per seguire le mie ambizioni, sono comunque dovuto andare fuori e venire qui in America.

Concludiamo con questo interessante VIDEO, dove possiamo vedere Jacopo Gallelli nei tanto emozionanti attimi della cattura che lo ha portato al podio.

Ringraziamo tanto Jacopo per la sua disponibilità, seguitelo sulla sua pagina social qui (link) e speriamo di poter raccontare i prossimi passi del suo avvincente viaggio!

Grazie a tutti per la lettura, se volete segnalarci collaborare con noi, utilizzate il modulo CONTATTI presente nella pagina, come sempre un saluto a tutti gli amici di PLANETSPIN!