Settembre 24, 2022

ITINERARIO PESCA BASILICATA – La diga di Cogliandrino (PZ)

La diga di Cogliandrino è un invaso artificiale posto nell’alta valle del Sinni, alla confluenza del torrente Cogliandrino nel fiume Sinni. La diga di Masseria Nicodemo, meglio nota come Invaso del Cogliandrino, è gestita dall’Enel (sezione di Napoli); le sue acque sono utilizzate per la produzione di energia elettrica.

Le acque dell’invaso del Cogliandrino vengono state rilasciate nel fiume Sinni per incrementare le disponibilità idriche dell’invaso di Monte Cotugno.

Come arrivarci : Prendete la Salerno – Reggio Calabria in direzione sud, lasciatela all’altezza di Lauria e imboccate la statale sinnica. Dopo qualche chilometro vedrete la diga alla vostra sinistra.

Descrizione del luogo : Lago artificiale dalle sponde facilmente accessibili, in alcune zone coperte da fitta boscaglia che offre riparo dal sole o dalla pioggia.

Pesci presenti : carpe, persici, cavedani, trote (molto rare), anguille (ancora più rare), black bass.

Permessi : Licenza di pesca tipo B per acque interne.