Settembre 24, 2022

ITINERARIO ABRUZZO – DIGA di PIAGANINI in località MONTORIO AL VOMANO (TE)

Il lago di Piaganini è un lago artificiale formato dalla diga della Centrale idroelettrica di San Giacomo, che sbarra il corso del fiume Vomano.

È lungo quasi un chilometro, mentre la sua larghezza media è di circa 30 metri, arrivando ad 80 come larghezza massima. La sua profondità media si attesta a circa 25 metri, con una massima di 43,7. Il fondale è limoso.

Il lago è popolato da trote, barbi, cavedani e triotti e dalla sponda sinistra, in alcuni punti, è possibile pescare.

Come arrivarci: Provenendo da Roma: autostrada A24 uscita COLLEDARA-SAN GABRIELE.Superato il casello svoltare a sinistra seguendo le indicazioni per Montorio al Vomano(circa 10km).Giunti a Montorio attraverso la statale potete fare una sosta nell’ottimo negozio di pesca che troverete sulla vostra destra, e una volta acquistate esche e artificiali a prezzi convenienti, in fondo alla strada girate a sinistra(indicazioni per Prati di Tivo). Dopo qualche chilometro troverete una galleria, e una volta superata, avrete il lago sulla vostra destra.

Provenendo da Teramo: seguite le indicazioni per Montorio al Vomano e proseguite sempre dritti, anche dopo aver attraversato il paese.
Dopo circa 20 km, e superata una galleria ,da non confondere con la galleria che trovate appena fuori Teramo, arriverete al lago.

Descrizione del luogo: Bacino artificiale ottenuto mediante lo sbarramento del fiume Vomano, e dunque soggetto a frequenti variazioni nel livello.
Il lago, lungo circa 300-400m, ha una profondità media di 20-25m, ed una larghezza analoga.
La sponda sinistra è pescabile in numerosi punti, mentre la sponda opposta è letteralmente invasa da una fitta boscaglia a picco sul lago, e dunque difficilmente raggiungibile.
Il fondale è limoso con abbondante presenza di fogliame, che, quando il livello del lago è particolarmente basso, risale in superficie sotto forma di grossi ammassi.
E’ vietata qualsiasi forma di pasturazione(assolutamente vietati i bigattini),ed è permesso pescare con una sola canna, a spinning, con esche naturali (ottimi vermoni di terra e camole), oppure si può tentare di insidiare le grosse fario pescando col vivo(ottimi i triotti, presenti in gran numero nel lago)

Pesci presenti: TROTE FARIO (autoctone e di immissione), BARBI,CAVEDANI,TRIOTTI

Permessi necessari: Licenza per le acque interne CAT B

CREDIT SPINNING ON LINE